You are here:--Parlando con Fabio

Parlando con Fabio

Potremmo individuare nell’innovazione e nel cambiamento le caratteristiche principali della lunga ed irrequieta carriera di questo manager italiano, considerando la vastità degli ambiti nei quai operano le aziende delle quali è stato manager, co-fondatore o ispiratore. Nella grande maggioranza piccole e medie imprese e start-up, che spaziano dall’informatica ai servizi, dalla comunicazione all’edilizia, dalle energie rinnovabili al turismo, solo per citarne alcuni.

Soprattutto la capacità di immaginare il futuro e di anticiparlo, a volte anche troppo, animano il suo spirito ribelle ed anticonformista che lo porta ad essere anche editore di se stesso, di iniziative editoriali incentrate sullo sviluppo sociale e politico italiano ed europeo.

La continua sperimentazioni dei nuovi orizzonti offerti dal progresso della tecnologia lo ha portato a divenire uno dei più grandi esperti in Italia nel marketing dei prodotti ad alto contenuto tecnologico, nonché di grandi progetti di informatizzazione.

Imprenditore già a 26 anni, partecipa alla realizzazione di progetti di larga portata per la NASA (il primo laser disc di immagini della nota agenzia spaziale), per il CNR (il sistema di codifica bibliotecario nazionale, noto come ISBN e la Cartella clinica multimediale), per l’OCSE (sistema di analisi degli scambi commerciali fra paesi OCSE e paesi non aderenti all’organizzazione), per l’ENEA (banca dati energie rinnovabili). Come manager ed imprenditore, studia e progetta soluzioni futuribili che, come egli stesso racconta, pensati decine di anni fa, vedono la luce solo oggi: il borsellino ed il ticket restaurant elettronico, i sistemi di pagamento via cellulare, la web TV, per citare i più importanti. Fino al 1996, su qualsiasi motore di ricerca aveste digitato WebTV, sareste stati indirizzati ad una paginetta con un video artigianale (con Marylin Monroe), sul suo primo sito sperimentale. Poi nacque YouTube e tutto il resto.

Parlando con Fabio Conforti di quelle che a noi sembrano delle grandissime novità, si ha sempre la sensazione di essere un pochino in ritardo, quasi al cospetto di un extra- terrestre o di un uomo tornato dal futuro, che sorrida bonariamente a noi esseri primitivi che ci meravigliamo di giocattoli per lui quasi obsoleti.

Ci racconta con sorniona soddisfazione di essere stato cacciato da un gruppo di ricerca sull’intelligenza artificiale, nei primi anni ’80, per aver proposto un progetto eticamente inaccettabile: la gallina bionica, così la chiama. Poi ci suggerisce di andare a curiosare su cosa stiano facendo i giapponesi e gli americani per produrre la “carne coltivata”, ultima frontiera della ricerca per l’alimentazione dell’umanità. E se la ride.

Attualmente è impegnato come manager in Informasistemi, un’azienda romana fondata da Andrea Caracciolo, un enfant-prodige della tecnologia conosciuto anni addietro, con il quale ha realizzato alcuni dei progetti sopra citatiti e condivide la capacità di immaginare il futuro. L’attività di Informasistemi sembra essere proprio il giusto habitat dove la comunicazione e la tecnologia vivono e si sviluppano insieme. Non a caso è un’azienda italiana di successo internazionale.

Accanto all’attività manageriale continua a coltivare la sua più grande passione che è scrivere. Ha pubblicato nel 2011 L’Ora della Ghigliottina, e oggi Fascismo on Demand, due libri di analisi spietata del contesto politico e sociale italiano, del quale Conforti critica ferocemente la arretratezza e la lentezza. E’ editore del Blog-rivista Iurop, impegnato a far conoscere l’Europa, non solo comunitaria, in modo divulgativo e critico.

Ha recentemente avviato SuperCharge! una iniziativa di consulenza rapida per imprenditori di piccole e medie imprese e per “chiunque abbia il coraggio di mettersi in gioco” sul suo blog personale fabioconforti.it

Si è impegnato in politica presentandosi alle elezioni del 1992 con la lista di Massimo Severo Giannini, SI Referendum.

di Giulia Colantonio 12/12/2017

By |2018-09-10T01:48:28+00:00dicembre 12th, 2017|Categories: Blog|0 Comments

About the Author:

Leave A Comment